Cittadinanza italiana per la via giudiziale.

Cittadinanza Italiana
Professionisti esperti hanno creato questo sito internet affinché tu possa trovare tutte le risposte relative al riconoscimento della doppia cittadinanza italiana per via materna; in questi casi, la nazionalità italiana per sangue può ottenersi per via giudiziale.

CONCORSO "STORIE ITALIANE" - Edizione 2021

La frase ‘fatta l’Italia bisogna fare gli italiani’, tradizionalmente attribuita a Massimo d’Azeglio e volta ad indicare la natura (millenaria e diversificata) del popolo italiano, racchiude il senso profondo di questa iniziativa di corporate social responsibility. Quanto infatti non fu sufficientemente chiaro all’epoca, é che una delle più incredibili declinazioni dell’italianità, è la mescolanza di popoli e cultura che risulta dall’oceanica emigrazione italiana all’estero. Oggi, una schiera di milioni di cittadini italo-americani – nel senso più ampio possibile del termine – possono riscrivere la Storia d’Italia. Questo concorso da voce a chi legittimamente é cittadino italiano, ma per ragioni giuridiche non è in grado di reclamare in forma immediata i propri diritti.

REGOLAMENTO DEL CONCORSO “STORIE DI ITALIANI” – Edizione 2021
Denominazione: STORIE DI ITALIANI
Ente promotore: Studio Andino – Italiani
Ambito territoriale: Nord America e Canada e LATAM
Periodo del concorso: 2 Giugno 2021 – 25 Novembre 2021 (Nord America e Canada) 2 Giugno 2021 – 8 Dicembre 2021 (LATAM)

Modalità di svolgimento: per partecipare al concorso gli interessati ad ottenere un processo gratuito in onorari (si pagheranno solo le spese vive, che si aggirano attorno a circa 500 Euro) per il riconoscimento della cittadinanza italiana per via giudiziale (non saranno presi in considerazione casi di tipo consolare) spettante per diritto di discendenza dovranno aderire alla campagna su www.italiani-world.org.

Ciascun richiedente dovrà compilare il form sottostante e verificare l’eleggibilità. Per questo, ad ogni contatto verrà rimesso una e-mail standard con il Formulario.

In caso di esito positivo verranno assegnate delle credenziali per accedere ad un’area riservata per il caricamento del seguente materiale:

  • VIDEO, durata da 1 a 2 minuti in cui viene raccontata la propria storia su come la cultura italiana si è allacciata ed intersecata con quella locale del paese di emigrazione e il perché l’ottenere la cittadinanza italiana sarebbe importante;
  • Un testo di 1800 battute (mezza pagina in Word) con il medesimo contenuto,
  • Da 2 a 4 foto

Ricordiamo l’importanza di completare tutti i campi di compilazione.
Corporacion Italiani eStudio Andino potranno utilizzare gli elaborati pervenuti e riprodurne anche singole parti nelle sue campagne istituzionali e di raccolta fondi, senza che gli autori possano richiedere un compenso per detto utilizzo e liberando Corporacion Italiani e Studio Andino da qualsiasi contestazione e/o richiesta di danni a qualsiasi titolo che terzi possano presentare in merito alla paternità dell’elaborato o di parte dello stesso. Gli autori, dove possibile, verranno citati. Tutti i fondi eventualmente raccolti da campagne di ogni tipo, verranno investiti solo nel beneficiare a più persone possibili del programma.

Assegnazione dei premi
Una giuria di esperti, selezionata da Italiani World e Studio Andino, sceglierà 2  vincitori uno per l’area Nord America e Canada, l’altro per l’area America Latina. I lavori saranno premiati in base alla coerenza col progetto, alla qualità e all’originalità dell’elaborato. Il giudizio della giuria è insindacabile.

Qualora gli interessati ed iscritti non risultino aggiudicatari del premio, potranno in ogni caso (per aver partecipato) godere di uno sconto del 10% sui servizi a pagamento di riconoscimento della cittadinanza italiana via giudiziale di Studio Andino.

Natura e valore dei premi in palio nr. 2 processi (USA/CAN e LatAm)

  • Studio Andino sponsorizzerà  in forma gratuita una causa giudiziale di riconoscimento della cittadinanza italiana a favore della famiglia di vincitori
  • Gli interessati dovranno pagare solo i costi vivi del processo e del procedimento di trascrizione della sentenza avanti al Comune italiano
  • Ad uno stesso processo potranno partecipare al massimo 5 richiedenti assieme
  • L’obbligo di Studio Andino e di Italiani, come per qualunque altra prestazione professionale, è di mezzi e non già di risultato
  • Il servizio sarà prestato dagli avvocati e professionisti di Studio Andino, con i quali sarà possibile interagire in lingua spagnola o inglese o italiano, preferibilmente via email (i dati di contatto saranno trasmessi ai vincitori nelle sedi opportune)

Domande frequenti

Como posso sapere se sono cittadino italiano?
Se nella tua famiglia in linea di sangue ci sono una trisnonna, bisnonna, nonna o madre italiana o figlia di italiani, verifica come risolvere il problema della discriminazione e così ottenere la doppia nazionalità italiana in forma professionale, trasparente e semplice.

Via giudiziale
Verifica se tua madre, nonna, bisnonna o trisnonna erano italiane o avevano origini italiane. Se i suoi discendenti sono nati fuori d’Italia prima del 1948, ai senso del Codice Civile del 1865 e la Legge 555 del 1912, no ha potuto trasmettere loro la cittadinanza italiana.

Pertanto, se sono nipote, bisnipote o discendente di quelle donne, senza che sia rilevante il numero di generazioni: come posso sapere se sono cittadino italiano?

Offriamo qui le risposte ad una selezione di domande frequenti poste dagli utenti del servizio cittadinanza italiana di Studio Andino.

Quando è necessario iniziare un procedimento giudiziale per il riconoscimento della cittadinanza italiana?

Se l’avo italiano fu una madre, nonna, bisnonna o trisnonna, è molto probabile che si tratti di un caso giudiziale. Contattaci, facci conoscere l’albero genealogico della famiglia compilando l’apposito formulario genealogico. Analizzeremo il caso gratuitamente ed utilizzeremo i dati rimessi unicamente per farti conoscere i tuoi diritti e la forma con cui potrete essere riconosciuti italiani da parte della Giustizia italiana.

Perché in caso di ascendenza materna il riconoscimento della cittadinanza italiana può ottenersi solo per la via giudiziale?

Fino all’anno 1948, quando entrò in vigore la Costituzione della Repubblica italiana, le leggi italiane in materia di cittadinanza contenevano una evidente discriminazione: si consideravano italiano i figli e figlie di uomini italiani, ma non di donne. Sebbene oggigiorno dette normative siano state dichiarate incostituzionali (Legge 555 del 1912 e secondo una interpretazione estensiva, il Codice Civile del 1865) le stesse continuano a produrre effetti. Così, i discendenti di donne italiane che siano nati prima del 1948 non hanno diritto di ottenere la cittadinanza italiana attraverso il Consolato territorialmente competente. Il processo giudiziale è dunque necessario in questi casi per sanare detta discriminazione nel caso concreto e specifico, ed ottenere così una sentenza giudiziale che riconosca il diritto alla cittadinanza in capo ai discendenti vivi di coloro che hanno subito detta discriminazione.

Vuoi conoscere di più circa il tema dell’ascendenza materna italiana?

Segui la nostra sezione di  Dowload

Potete trovare una contestualizzazione giuridica nei seguenti links:

Articolo Università del Rosario (spagnolo)

Pubblicazione nel giornale della Comunità italiana in Cile (spagnolo) – Presenza aprile y Maggio.

National Italian American Bar Association Newsletter (English)

Chi deve partecipare al processo giudiziale?

Partecipano al processo i discendenti vivi dell’avo italiano/a emigrato/a.

I coniugi delle persone che partecipano al processo possono richiedere la cittadinanza italiana?

La cittadinanza italiana può ottenersi, tra le altre modalità, per sangue (ius sanguinis) o per matrimonio con cittadino/a italiano/a (ius matrimoni). In linea generale, i procedimenti giudiziali per via materna pretendono riconoscere un diritto di sangue, pertanto i coniugi non possono partecipare direttamente. Cionondimeno, se il matrimonio fu celebrato prima del 27 aprile 1983, le spose potranno essere inserite nel procedimento giudiziale ed otterranno, qualora sia positiva, una sentenza di riconoscimento della cittadinanza assieme agli altri richiedenti. Negli altri casi, raccomandiamo informarsi sul procedimento amministrativo di riconoscimento della cittadinanza italiana per matrimonio presso il Consolato italiano competente.